Variare l'alimentazione di cani e gatti per preservare la loro salute

di


Per quanto un cane o un gatto possano sopravvivere mangiando sempre lo stesso alimento o lo stesso tipo di proteina (la stessa carne o lo stesso pesce), la letteratura scientifica indica che questo approccio espone l’animale a rischi per la salute. Scopriamo perché in questo articolo

ALLERGIE ALIMENTARI

Evitare le Allergie Alimentari è uno dei motivi principali per cui è consigliabile variare l’alimentazione.

Anche se non è possibile evitare completamente che un’allergia alimentare si sviluppi perché possono esserci cause genetiche o malattie gastrointestinali da cuccioli, è fondamentale ricordare che uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo delle allergie alimentari è proprio l’alimentazione del cane e del gatto. Errori nell’alimentazione e un’alimentazione poco variata sono, infatti, le cause principali

Il più frequente meccanismo che porta all’insorgenza dell’allergia è la Sensibilizzazione del Sistema Immunitario verso un certo antigene (strutture proteiche). Il fattore di rischio principale per la sensibilizzazione è l’esposizione ripetuta ad una singola struttura proteica: alimentarsi (anche noi umani) sempre con una singola fonte proteica, espone il sistema immunitario al contatto ripetuto sempre con lo stesso “allergene”. Con il passare del tempo il sistema immunitario si può sensibilizzare e iniziare ad attaccare quella sostanza, causando l’insorgenza dell’allergia.

Per interrompere il meccanismo dell’esposizione ripetuta allo stesso antigene, il modo più semplice è la variazione dell’alimentazione

Esiste anche un secondo meccanismo che si sviluppa nei cuccioli e prende il nome di Tolleranza Orale

Quando nasce, l’organismo del cucciolo non sa quali sono le sostanze buone e quali quelle cattive che incontrerà nel corso della sua vita e deve imparare a distinguere una proteina di un alimento che serve a nutrirlo da una appartenente, ad esempio, ad un virus o un batterio che potrebbe ucciderlo. Dopo alcune settimane dalla nascita l’organismo sviluppa un meccanismo di tolleranza verso le sostanze alimentari, in particolare verso quelle che il cucciolo di cane o di gatto mangiano. Si ha lo Sviluppo della Tolleranza Orale.

Esistono però alcune patologie della prima infanzia che possono portare ad uno sviluppo anomalo di questo meccanismo, per cui l’organismo considererà dannosi alcuni “antigeni alimentari” e continuerà ad attaccarli ogni volta che si presentano, anche se sono potenzialmente “buoni”: questo porta allo sviluppo di allergie alimentari

Questi dati non comportano che dobbiamo cambiare l’alimentazione tutti i giorni, perché questo causerebbe altre problematiche intestinali, ma può essere utile variare l’alimento o la fonte proteica mensilmente oppure mantenere l’alimento preferito del cane o del gatto per 4-5 gg alla settimana e negli altri somministrare un alimento o una proteina diversi.

In questo modo si favorisce lo sviluppo della Tolleranza Orale nel cucciolo e si limitano i contatti ripetuti con l’allergene nell’adulto.

Per questo motivo ANiNATURE propone molte possibilità di scelta sia come cibi secchi sia come cibi umidi e, spesso, evitiamo di proposito alimenti monoproteici, poiché l’insieme di più fonti proteiche diverse in una stessa ricetta, limita enormemente la possibilità di sviluppo della sensibilizzazione.

VARIABILITA' NUTRIZIONALE

In alcuni alimenti potrebbero esserci piccole carenze o eccessi nutrizionali per le esigenze specifiche del singolo cane o gatto, ma, se la tipologia di crocchette o di cibo umido viene variata frequentemente, questi fenomeni, generalmente, si bilanciano.

Questo vale sia per i nutrienti essenziali, sia, soprattutto, per quelli non essenziali, che non portano a vere e proprie carenze, ma contribuiscono al mantenimento dello stato di salute globale

EFFETTO MONOTONIA

Cani e Gatti NON vogliono mangiare sempre la stessa alimentazione per lunghi periodi! In Natura non succederebbe MAI

Nei cani è stato dimostrato che, dopo essere stati nutriti per molto tempo con la stessa dieta, preferiscono una dieta diversa dalla prima.

Nei gatti si parla proprio di “effetto monotonia” per cui possono addirittura smettere di mangiare se viene loro proposta ripetutamente la stessa dieta.

Questo può portare a un rifiuto del cibo. Il cane può rimanere anche alcuni giorni senza mangiare senza gravi conseguenze, ma il gatto no. Già dopo un giorno di digiuno, il gatto può iniziare a sviluppare una patologia nota con il nome di Lipidosi Epatica, che porta accumulo di grassi nel fegato che smetterà rapidamente di svolgere le proprie mansioni, mettendo a rischio la vita del gatto stesso.

Evitiamo comunque di arrivare a questi eccessi, semplicemente variando ogni tanto l’alimentazione dei nostri animali domestici, scegliendo sempre alimenti sani e controllati, ma con fonti proteiche differenti.

ANiNATURE vi dà la possibilità di variare in tutta sicurezza

esistono situazioni in cui è meglio fornire sempre lo stesso alimento?

Su Animali Sani non ha senso fornire sempre gli stessi alimenti, ma a fronte di patologie particolari, le variazioni di alimenti possono costituire un rischio.

In questi casi è necessario seguire scrupolosamente le indicazioni del veterinario di fiducia che vi orienterà verso le fonti alimentari più adatte e vi spiegherà i motivi del perché può essere rischioso variare

 

Puoi trovare cibo vario, sano e naturale per cani e gatti nel nostro Shop.

Se hai domande sulla sana alimentazione del cane e del gatto, contatta il tuo consulente o il servizio clienti ANiNATURE alla mail: ufficioprodotti@aninature.it

 

di
 Vai alla panoramica
Resta sempre aggiornato: inserisci il tuo indirizzo e-mail qui a fianco per
iscriverti alle nostre Newsletter!
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il modulo di iscrizione. Riprova o contatta l'amministratore.

Scopri le OCCASIONI DEL MESE in corso!

Non fartele scappare!

Clicca qui!