Allergia dei cani agli acari

di

L'allergia agli acari è un argomento pruriginoso. L'allergia si verifica tutto l'anno, con un massimo da agosto a novembre (con tempo prevalentemente umido e caldo). Esistono diversi tipi di acari che possono rendere la vita difficile ai cani e possono causare prurito e infiammazione della pelle. Inoltre, gli acari possono nidificare nel cibo per cani in determinate circostanze. Cerchiamo di capire cosa sono e come affrontarli in questo articolo

Cosa sono gli acari della polvere?

Gli acari della polvere sono dei piccoli aracnidi di 0,3 mm che hanno bisogno di un ambiente umido e caldo per vivere. Si trovano in tutto il mondo e si nutrono di forfora, lieviti, muffe, resti di cibo e dei loro stessi corpi morti. Sono notturni e preferiscono vivere in materassi, mobili imbottiti, tappeti e tessuti pesanti per tende. L'allergene principale risultano essere gli escrementi, e un acaro ne produce da 20 a 40 al giorno.

Come si sviluppa un'allergia agli acari?

Fondamentalmente, un'allergia è un malfunzionamento del sistema immunitario in cui c'è una risposta immunitaria eccessiva a una sostanza ambientale altrimenti innocua (allergene). Le più piccole quantità di un allergene possono essere sufficienti per una reazione. Nel caso dell'allergia agli acari della polvere di casa, si verificano sintomi come un forte prurito, arrossamento della pelle e gonfiore nelle zone con pochi peli (viso, orecchiette, addome, interno cosce, tra le zampe).

Conseguenze di un'allergia agli acari

Il prurito dovuto all'allergia porta a grattarsi più o meno intensamente, rosicchiare e tirare i peli. Ciò danneggia la pelle del tuo cane e distrugge la barriera naturale della pelle. Come risultato, batteri e lieviti possono insediarsi e dare origine a una cosiddetta infezione secondaria. Il prurito diventa ancora più forte e quindi anche il grattarsi aumenta, instaurando un circolo vizioso.

Diagnosi di allergia agli acari nel tuo cane

L'allergia viene diagnosticata escludendo altre malattie che causano prurito (parassiti, funghi, infezioni batteriche, intolleranze alimentari).

Per distinguere la diagnosi di «allergia agli acari della polvere di casa» da altre allergie, si usano esami del sangue e della pelle. Un chiarimento adeguato richiede tempo e denaro.

Quale terapia esiste?

Cosa puoi fare se il tuo cane è affetto da un'allergia agli acari della polvere? I pilastri fondamentali di una terapia includono:

  • Farmaci che riducono l'allergia (antistaminici, glucocorticoidi).
  • Ridurre/evitare il contatto con l'allergene (bonifica ambientale)
  • Trattare le infezioni secondarie
  • Desensibilizzazione (abituare il corpo all'allergene che causa l'allergia)

Solo il risanamento ambientale e la desensibilizzazione affrontano la causa.

Cosa puoi fare se il tuo cane è affetto da questa allergia?

Buona alimentazione: l'alimentazione non aiuta direttamente contro l'allergia agli acari della polvere. Ma più l'animale è sano e meglio è in equilibrio (sia fisicamente che psicologicamente), meglio il corpo sarà in grado di affrontare un'allergia o, nel migliore dei casi, non si svilupperà affatto.

Acidi grassi essenziali: sono antinfiammatori e aiutano la pelle a costruire una barriera naturale contro germi, allergeni, ecc. Nella stagione calda o durante l’inverno in ambienti riscaldati, la pelle si asciuga rapidamente e quindi diventa più suscettibile alle malattie. Gli omega 3, sono molto adatti, poiché mantengono basse le infiammazioni, rinforzano il sistema immunitario e favoriscono il rinforzo cutaneo.

Risanamento ambientale contro gli acari della polvere di casa

La bonifica ambientale è una delle più importanti, ma anche la più difficile, perché gli acari sono presenti praticamente in ogni casa

Ecco alcuni suggerimenti:

  • Coperte antiacari: sono sintetiche e possono essere fatte su misura adattandosi quindi anche alle cucce per cani.
  • Cucce per cani: non devono contenere crine di cavallo o tappeti. Oppure devono essere lavati molto frequentemente
  • Lavare a più di 60°C: ciò uccide gli acari ed è più efficace del lavaggio a secco. Anche i giocattoli come i peluche ecc. devono essere lavati regolarmente. Asciugarli nell'asciugatrice o metterli nel congelatore ridurrà ulteriormente il carico di acari.
  • Camera da letto: dovrebbe essere un tabù per i cani con allergia agli acari della polvere, perché il più alto carico di acari si trova in queste stanze (cuscini, materassi, coperte)
  • Pavimenti: quelli lavabili sono i più adatti. Tuttavia, anche questi devono essere puliti regolarmente perché altrimenti si solleva troppa polvere (escrementi di acari). Gli acari sono in grado di attaccarsi molto bene alle fibre dei tappeti, non importa se sono naturali o artificiali. Non possono essere rimossi nemmeno da aspirapolveri ad alta tecnologia.
  • Aspirapolveri: i dispositivi disponibili in commercio rilasciano direttamente l'aria aspirata. È quindi consigliabile portare i soggetti allergici fuori di casa durante le pulizie.
  • Umidità: deve essere mantenuta il più bassa possibile, perché gli acari non amano l'aria secca. I cani allergici dovrebbero stare lontani da bagni, cantine e lavanderie.
  • Spazio vitale: se possibile, i mobili imbottiti e le sedie dovrebbero essere fatti di materiali pulibili (per esempio, pelle). Usare tende leggere e facilmente lavabili. Rimuovere i cuscini o proteggerli con una copertura.

Ma ci sono anche GLI ACARI alimentari

Gli acari del cibo sono molto comuni nell'ambiente, si trovano anche nella polvere e persino sui mobili.

In linea di principio, tuttavia, gli acari delle derrate preferiscono un ambiente in cui trovano molti nutrienti. Questo è il caso, ad esempio, della farina o del cibo secco per cani. Gli acari del cibo si sentono particolarmente a loro agio a temperature tra i 25-30°C e un'umidità di almeno 70%. Tuttavia, sono estremamente resistenti e possono sopravvivere senza problemi anche al di fuori di queste condizioni ideali.

Come entrano gli acari nel cibo del cane

Teoricamente gli acari possono entrare nel cibo del cane durante la produzione attraverso materie prime contaminate. Tuttavia, eventuali acari che possano essere presenti vengono completamente distrutti a causa dell'aumento della temperatura durante la lavorazione.

Di conseguenza, la contaminazione con acari può verificarsi solo dopo la produzione. Se, ad esempio, il macchinario non viene adeguatamente pulito e il mangime viene conservato all’aperto troppo a lungo, i minuscoli parassiti possono penetrare nel prodotto finale e lì moltiplicarsi inosservati.

Solitamente però gli acari, si introducono nel cibo nella casa del proprietario del cane. Se un sacchetto di cibo secco rimane aperto, ad esempio, è solo una questione di tempo prima che gli acari lo colonizzino e si moltiplichino velocemente.

Un piccolo numero di acari di solito non è facilmente riconoscibile. Se i parassiti si sono già moltiplicati, il cibo del cane assume solitamente un odore di menta chiaramente evidente.

Inoltre, una polvere marrone si accumula sul fondo della confezione e sulle crocchette: se è il tuo caso ti consigliamo di smaltire il cibo contaminato.

Cause e sintomi dell'allergia agli acari DEL CIBO nei cani

Gli acari del cibo possono causare reazioni allergiche nei cani simili a quelle degli acari della polvere, inoltre non solo gli acari stessi sono responsabili di tale allergia ma lo sono anche alcuni composti proteici nelle loro escrezioni.

Proteggi il cibo del tuo cane dagli acari con le seguenti misure:

  • Sigilla sempre ermeticamente la confezione aperta.
  • Non conservare il cibo per cani vicino al cibo umano.
  • Se metti il cibo secco in una confezione riutilizzabile, devi pulirla regolarmente.
  • Sciacqua regolarmente il misurino o il cucchiaio che si usa per il dosaggio.
  • Conserva il cibo del tuo cane in un luogo fresco e asciutto.
  • Acquista cibo per cani in quantità ragionevole per evitare lunghi tempi di conservazione.
  • Smaltisci i mangimi già scaduti.

La prima cosa è comunque scegliere prodotti di qualità che non siano contaminati alla fonte, come quelli che trovi nello shop ANiNATURE

di
 Vai alla panoramica
Resta sempre aggiornato: inserisci il tuo indirizzo e-mail qui a fianco per
iscriverti alle nostre Newsletter!
Si è verificato un errore durante il tentativo di inviare il modulo di iscrizione. Riprova o contatta l'amministratore.

Scopri le OCCASIONI DEL MESE in corso!

Non fartele scappare!

Clicca qui!